Lo stile alimentare mediterraneo

Lo stile alimentare mediterraneo

La popolazione, nel corso degli anni, ha risentito degli ottimi benefici di una sana alimentazione integrata ad una buona attività fisica, con un’importante riduzione dell’insorgenza di malattie croniche e del rischio di mortalità.

Tra le buone abitudini alimentari rientrano linee guida che sono colonne portanti della cosiddetta “dieta mediterranea”: ad esempio un aumento del consumo di frutta, verdura e pesce fresco e una riduzione del consumo di zuccheri e grassi.

Fin dai tempi dell’antica Grecia, l’olio di oliva, chiamato oro liquido, è stato più di un semplice alimento…per secoli questi popoli ne hanno riconosciuto i benefici sulla salute dell’uomo.

È costituito in prevalenza da trigliceridi contenenti acidi grassi monoinsaturi che riducono i livelli ematici di colesterolo. È fonte di vitamine A, B1, B2, C, D, E, K e di ferro, contiene antiossidanti che prevengono  molte malattie e polifenoli che inibiscono il tasso di crescita di batteri quali la salmonella, il colera e lo stafilococco. In particolare, secondo recenti ricerche, contiene l’oleuropeina che agisce con proprietà antimicrobiche, fungicida e insetticida, difendendo il nostro organismo da infezioni e infestazioni.

I pilastri della dieta mediterranea prevedono:

  • L’assunzione di molta verdura e frutta fresca (sarebbero ideali 5 porzioni al giorno) , favorendo così le proteine vegetali alle proteine animali;
  • L’assunzione preferenziale di carne bianca rispetto alla carne rossa (comunque limitata ad un paio di volte alla settimana);
  • l’assimilazione giornaliera di dosi limitate di alimenti ricchi di carboidrati ed amido (come pasta, patate, riso e pane);
  • la sostituzione della farina bianca con la farina integrale;
  • l’assunzione di pesce fresco e di alimenti ricchi di fibre (come legumi, pasta integrale, riso integrale e pane integrale);
  • la limitazione del consumo di dolci e alimenti zuccherati (tra cui le bevande in lattina) e del sale;
  • la limitazione del consumo dei grassi saturi animali a favore di quelli vegetali insaturi (uno fra tutti, l’olio di oliva);
  • la drastica riduzione dell’apporto di tè, caffè ed alcolici;
  • il mantenimento di una dieta variegata; affiancando, ad una sana alimentazione, uno stile di vita sano con abbondante idratazione quotidiana e costante attività fisica.

Lo stile alimentare mediterraneo ci fornisce un corretto ed equilibrato apporto dei principali componenti alimentari con una ripartizione ottimale tra proteine, glicidi e lipidi, oltre ad un sufficiente apporto di nutrienti essenziali ed una quantità ottimale di fibra grezza e sostante antiossidanti. Molti studi, eseguiti negli ultimi decenni, hanno confermato l’importanza di questa dieta come strumento di prevenzione per le più diffuse patologie cardiovascolari e tumorali, oltre alle malattie croniche e degenerative. Infatti, frutta e verdura ed erbe aromatiche come origano, prezzemolo e rosmarino, e soprattutto un buon olio extra vergine di oliva, rappresentano una fonte di componenti naturali con una spiccata azione antiossidante che previene e ci protegge da molte malattie, beneficio impossibile da raggiungere con altre diete.

La dieta mediterranea ci garantisce una giusta combinazione di alimenti e nutrienti e, per questo, rappresenta un toccasana per la nostra salute ed il nostro benessere psicofisico di cui non possiamo fare a meno.

Recommended Posts